canavese

Ci presentiamo

Perché vogliamo darci un blog con un riferimento territoriale al Canavese?

Perchè è diffuso in tante comunità, anche la nostra, un sentimento di smarrimento, di incertezza, anche di paura. I problemi ci appaiono numerosi e ingovernabili. La loro dimensione e la nostra impotenza ci spingono a ridurre la nostra zona di intervento e a chiuderci in un fortino.
Eppure l’origine di tutti i nostri problemi sta in alcuni elementi che riguardano tutto il pianeta e che racchiudiamo in un unico termine: la globalizzazione.
Sinteticamente possiamo dire che gli Stati hanno assetti istituzionali differenti mentre le relazioni commerciali seguono l’unica filosofia del libero mercato. Le nuove tecnologie informatiche ed elettroniche permettono il predominio della finanza sull’economia reale e sono cambiati quindi i termini della competizione internazionale.
I flussi finanziari si muovono verso Paesi e Continenti precedentemente ignorati e nuove grandi potenze economiche contendono ai Paesi di vecchia industrializzazione il primato della produzione, degli investimenti, del commercio, della ricerca e dell’innovazione e inevitabilmente dell’occupazione. In Occidente declinano l’occupazione industriale e il ceto borghese mentre entrambi crescono, anche impetuosamente, in altre aree del mondo.
Un altro effetto conseguente a questa modalità di sviluppo sta negli imponenti flussi migratori dalle aree continentali escluse da questi processi verso le aree di vecchia o nuova ricchezza.
Si crea così un arretramento di partecipazione che lascia campo aperto a tutti i qualunquisti ed opportunisti che, sull’onda emotiva, costruiscono risposte che aggravano il quadro negativo e ci incitano alla ricerca dell’uomo forte ed alla sindrome del fortino assediato.
Il nostro futuro non sarà migliorato dalla nostra fuga e dal nostro disimpegno. Al contrario, cominceremo a risolvere i nostri problemi quando prenderemo coscienza della necessità’ di un di più di tutto: più sviluppo economico, più occupazione, più politica, più sindacato, più Europa, più cultura, più tutela dell’ambiente.
Questo tanto di più non possiamo chiederlo solo agli altri. Dobbiamo chiederlo a noi stessi. Sapendo che tanto di più si allunga lo sguardo tanto di più occorre studiare, approfondire e costruire sinergie e alleanze.
Il blog è allora uno strumento per essere più informati, più formati e quindi più responsabilmente partecipativi. Territorio e comunità di persone rappresentano da sempre gli elementi costitutivi di una Democrazia.
E’ bene precisare che il blog è uno spazio libero, un luogo di riflessione, di confronto, di conoscenza e di crescita nell’ambito di valori condivisi in partenza. Quei valori che sono poi alla base delle società occidentali come sono maturati in Europa.

Please follow and like us: